Home » 2017 »ottobre

Messina

messina

Cosa Vedere?
L’attraversamento dello stretto, sbarcati nel porto di Messina, cuore pulsante della città.La modernità è penetrato nella struttura urbana, ma è stato qualche traccia di un passato glorioso. La Cattedrale è decorato a strisce policrome nella parte inferiore della facciata, interrotto da tre portali di accesso.La statua di S. Giovanni Battista, attribuita ad Antonello Gagini e la cappella del Sacramento, di Jacopo del Duca, allievo di michelangelo, sono le principali opere conservate all’interno della chiesa.Sul campanile lato è installato un orologio meccanico che indica le ore, con l’aiuto di quadranti disposta su quattro facciate. Al centro della piazza si trova la Fontana di Orione nel XVI secolo e completata da Juan Angelo Montorsoli, allievo di michelangelo.

Statua di S. Giovanni Battista

statua di S. Giovanni Battista

Un interessante percorso artistico e culturale è offerto dal Museo Regionale, la Pinacoteca espone opere tra le quali il “Polittico di San Gregorio di Antonello di Messina, la “Adorazione dei Magi” e la “Resurrezione di Lazzaro” di Caravaggio.Da non perdere una visita alla Chiesa di Santa Annunciato i Catalani, eretto tra il 1150 e il 1200, sui resti di un tempio pagano dedicato a Nettuno.Due mari che bagnano questa provincia: il Tirreno e lo Ionio.Entrambe le fasce costiere sono pieni di luoghi belli, che, oltre che per la bellezza della natura, offrono interessanti memorie storico-artistico.Tra tutti, Taormina, situato su un altopiano che si affaccia sul mare. Alta e rocciosa, interrotta da piccole baie, dipinte dalla folta vegetazione mediterranea e il blu del mare: questo è il paesaggio in cui si affaccia la signora del litorale ionico, meta di personaggi illustri e di uomini.

Lo spettacolare Teatro Antico di Taormina, uno dei più importanti in epoca greco-romana, immerso in campi di ulivi, aranci e alberi di mandorle, che inebrian l’aria con i loro profumi.La scena che si apre sul balcone, con la luna e le stelle riflettere la tua luce sul mare scuro, bevuto il look.Piccoli gioielli di arte sono tra i vicoli e le piazzette della città vecchia.La piazza del Duomo, ornata dalla fontana del Montorsoli, dominato dall’antica Cattedrale che evoca esteriormente la struttura di una fortezza, impreziosito da uno splendido portale del XVII secolo.Dietro la Chiesa di Santa Caterina, si trova l’Odeon, un piccolo teatro, in epoca Romana, destinata ad eventi culturali.

Teatro antico di Taormina

Teatro antico di Taormina

I paesaggi che circondano Taormina sono splendide, sia quelli che si affacciano verso il mare, come tutti coloro che sono diretti verso l’interno, dominato dal maestoso Etna, offre la possibilità di accedere ad una natura unica nel suo genere, i colori della vegetazione si alternano con il nero rimane di lava.La costa tirrenica è segnato dal Golfo di Patti, che prende il nome della città con lo stesso nome, attrezzata come le altre destinazioni costiere, – per fornire una piacevole vacanza al mare.Di fronte si trovano le isole di Lipari (Eolie o), stadio vincolata se è passato dalla provincia di Messina.Si può ammirare un’incredibile sequenza di colori. Un mosaico di piastrelle colorate, con le sfumature del mare, che delinea il contorno.

Panarea è il cuore della vita notturna.Strómboli è la forza della natura, con il bagliore delle fiamme che compitencon il candore della luna per illuminare la notte.Vulcan è il nero perla dell’arcipelago.Lipari è il faro per la luce che irradia dalla sua montagna, terra di sapori e profumi.Sale: formata da sei antichi vulcani.Filicudi e Alicudi sono solitaria e selvaggia.

ottobre: 2017
L M M G V S D
    Nov »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031